Homepage

Fantatornei - commenti
GP del Canada

lunedì 23 giugno 2003

Dopo il deludente spettacolo offerto dal GP svoltosi in terra monegasca questa gara ha regalato sicuramente qualche emozione in più, con sorpassi, lunghe “lotte” sul filo dei millesimi e una certa incertezza nelle previsioni del risultato finale.
Sorpresa della giornata è stato il giovanissimo spagnolo Alonso che ha confermato l’ottima prestazione ottenuta in prova con una gara tutta all’attacco, da vero top driver, conclusa con un ottimo quarto posto; non si può dire lo stesso del suo compagno di squadra Trulli che, oggetto di una qualche maledizione, riesce ad ogni gara a stupire per come la sorte riesca a metterlo ko.
Ralph Schumacher si è ripresentato per l’ennesima volta come l’oggetto misterioso: alterna momenti di lucidità caratterizzati da ottime prestazioni, a tratti di preoccupante opacità in cui si limita a “seguire” la propria vettura; il collega-avversario Montoya non è a sua volta sembrato completamente a suo agio sul tormentato circuito cittadino, ma soprattutto pare non aver trovato il giusto feeling con le chicanes, che ha tagliato più volte.
In casa McLaren si è assistito ad una gara piuttosto insipida dello scozzese Coulthard, poi ritiratosi per un guasto meccanico (cambio), ma comunque mai veramente convincente e ad una corsa, anzi una rincorsa del finlandese Kimi Raikkonen che, dopo un vero e proprio disastro fatto nelle qualifiche è riuscito a rimontare sino alla sesta piazza alle spalle di un Barrichello questa volta un po’ pasticcione, ma pur sempre generosissimo.
Schumacher è riuscito a vincere una gara che è parsa abbastanza semplice, senza particolari complicazioni, senza avversari diretti che si siano in qualche modo opposti; comunque sia i punti iridati conquistati oggi dal Tedesco e da Rubens valgono il primato alla Rossa nel campionato costruttori, con grande soddisfazione dei suoi tanti tifosi.
Tra i team di secondo piano si segnala una Minardi nona con Verstappen ed una Toyota che, seppure le sue prestazioni non siano ancora eccezionali, pare aver trovato almeno una discreta affidabilità.
Finora ha deluso il team Sauber, da cui tutti si aspettavano veramente qualcosa di più, sia per il valore dei piloti che schiera, che per la forza che dovrebbe esprimere il motore Ferrari che spinge le vetture.
Analizzando le prestazioni dei quattro top team (Ferrari, Renault, Williams e McLaren) si può osservare come lo sviluppo della vettura ibrida non sia più sufficiente a contrastare l’avanzata delle dirette avversarie; la Renault pare invece in progressione continua, senza particolari balzi in avanti, ma con uno sviluppo continuo ed inarrestabile. La Ferrari non sembra essere più “l’aliena” dell’anno scorso, complici anche le coperture giapponesi che non sono più all’altezza della concorrenza francese.
In casa Williams si erano presentati a inizio campionato con una vettura molto potente, ma ancora un po’ “grezza”, beh pare che il duro lavoro sia stato premiato ed ora le due BMW filano come razzi.
Probabilmente anche quest’anno il campionato andrà nelle mani di Schummy, perché è facile attendersi che la McLaren non sarà irresistibile fin dall’esordio della nuova vettura e che il Ferrarista non potrà non trarre vantaggio dal “passaggio di testimone” tra i due team anglo-tedeschi.


©2000-2024 Fantatornei®.com - Tutti i diritti riservati
Condizioni d'uso - Contattaci - Privacy