Homepage

Forum altri sport

 Home Forum
 Forum altri sport
     Tennis-la caduta degli déi
 Ricerca
 Nuova risposta
Pag. 1 di 2 - 1 2  >  Ultima

Autore Messaggio

nicocava



Arcisate
VA
Posts:511
Roger e Rafa sono stati asfaltati dai rispettivi avversari. Nessuno lo avrebbe mai pronosticato alla vigilia, ma forse le gerarchie stanno cambiando.
Ecco allora in finale il terzo "incomodo", il talentoso serbo Djokovic, opposto alla sorpresa francese Tsonga, abituato a un ranking mondiale discreto ma nulla più, ora catapultato nella finale di un grande slam.
Difficile dire se il declino dei due campioni sia iniziato. Probabilmente Nadal vincerà ancora quasi tutto sulla terra e Federer farà lo stesso sull`amata erba. Per il resto, ne vedremo delle belle.
A proposito di belle, la finale femminile vedrà sfidarsi le avvenenti Sharapova e Ivanovic. Le due favolose ragazze classe `87 - davvero un`eccellente annata- hanno fin qui prodotto un gran tennis e l`atto conclusivo sarà una dura battaglia.
Un pronostico? Titoli a Maria Sharapova e Novak Djokovic. ma, visti i tempi, tutto può accadere!
scritto il 25/01/2008 12:41:58       quotequote

lucac10



Spoleto
PG
Posts:5571
Beh, ma Djokovic non è il terzo incomodo....è nettamente il n.2 al mondo dietro Federer se si esclude la terra.
Levato il rosso Nadal è nettamente dietro agli altri due.
scritto il 25/01/2008 13:17:50       quotequote

nicocava



Arcisate
VA
Posts:511
Non sono d`accordo. Migliorando il gioco a rete, Nadal ha fatto passi da gigante sull`erba, con due finali consecutive a Wimbledon. Come noto domina sulla terra e fatica un pò sul cemento (dove però ha vinto lo stesso alcuni tornei).
Djokovic fa l`esatto contrario giocando stupendamente sul veloce e così così sulla terra. Se quindi vuole strappare il ranking 2 a Nadal, dovrà trovare maggiore confidenza sull`erba -dove peraltro è già abbastanza forte-.
In conclusione, dunque, ritengo i due vicini ma con Rafa ancora in lieve vantaggio.
scritto il 25/01/2008 14:55:06       quotequote

lucac10



Spoleto
PG
Posts:5571
Peccato che Rafa spesso e volentieri nei grandi appuntamenti non sulla terra abbia avuto un tabellone da terzo mondo lasciando Federer e Djokovic a scannarsi tra di loro.
Tanto per dire, a questo Australian Open il truzzo spagnolo ha trovato sulla propria strada nell`ordine: Troicki, Serra, Simon, Mathieu e Nieminen prima di Tsonga....cos`è un challenger o un futures?
Federer invece Hartfield, Tipsarevich, Berdych, Blake e Djokovic....leggermente più tosta la situazione, eh?
E lo stesso Nole, per fortunato che sia stato, con Becker, Bolelli, Querrey, Hewitt e Ferrer almeno qualcuno di decente l`ha incontrato.
Tra l`altro già nella classifica sulle 52 settimane pre-AO se si levano i punti sulla terra rossa Nadal sarebbe già dietro a Nole (2880 contro 3340) ed ora Djokovic guadagnerà davvero tanti punti scartando i 150 punti dei sedicesimi dello scorso anno ed aggiungendo i 700 della finale o più probabilmente i 1000 della vittoria.
scritto il 25/01/2008 15:33:25       quotequote

nicocava



Arcisate
VA
Posts:511
In passato anche Rafa e Roger si son incontrati prima della finale: basti vedere la bellissima semifinale Parigi 2005 tra i due.
Di sicuro lo Spagnolo ha avuto una fortuna da fantascienza nel tabellone, ma ciò non va a merito o a discapito di nessuno. Diciamo che ha ol Fato dalla sua.
Djokovic ha avuto un solo avversario tosto, Ferrer, mentre Hewitt è decrepito. Ma, data la sua forma, avrebbe vinto contro tutti.
Roger ha avuto una iella tremenda, ma purtroppo la sua condizione non ottimale (di norma, il buon Tipsarevic se lo mangia in tre set lisci lisci) rendeva preventivabile una battuta d`arresto.
Comunque ora tornerà a ingranare la marcia in classifica. sul cemento americano, a lui indigesto nel 2007 a causa di canas (adesso infortunato), se troverà la condizione risistemerà le cose al loro posto.
Mentre, per il posto 2, la lotta sarà serrata.
scritto il 25/01/2008 16:00:19       quotequote

nicocava



Arcisate
VA
Posts:511
Meritato trionfo dell`astro Novak Djokovic.
Il serbo è stato artefice di un torneo strepitoso, ponendosi come serio candidato- non si sa se in tempi brevi o piuttosto lunghi- per divenire in futuro primo giocatore al mondo.
La finale non è stata meravigliosa, ma ciò è normale visto che i due sfidanti sono di giovane età (Nole classe `87, Tsonga `85).
L`equilibrio nel primo set è stato spezzato dal break nel decisivo decimo gioco del transalpino- sul set point si è inventato un lob da antologia-.
Poi il match si è incanalato nei binari di Djokovic, capace di risalire piano ma inesorabilmente ai suoi livelli. Ha vinto il secondo e il terzo senza mai concedere break point. Quindi, nel quarto, si è giunti al tie-break.
Tsonga, tesissimo e nervoso, ha errato alcuni colpi non impossibili; Novak è stato abile e concentrato, portando a casa la partita.
La nota stonata? Qualche cogli.one che ha contestato Djokovic poichè perdeva troppi secondi tra un servizio e l`altro: in primo luogo, si sa che nel tennis- dai campi dei dilettanti a quelli del grande Slam- la concentrazione è a dir poco essenziale; e poi, ci vuole rispetto per un ragazzo di vent`anni che si trova nei momenti cruciali della propria carriera.
scritto il 27/01/2008 14:05:34       quotequote

{_jo_}



Cignano di Offlaga
BS
Posts:42
Non vorrei girare il dito nella piaga... ma alla prima finale di wimbledon Rafa c`è arrivato vincendo una partita al quinto contro tale Robert Kendrik (mamma mia... ) poi bogdanovic, agassi (che ci potete dire quello che volete ma non era il vero agassi), labadze, nieminen, e baghdatis che aveva già giocato dei match epici quindi stanchissimo...
Sono convintissimo che Nadal in finale a Wimbledon non ci arriva più... mentre Federer ha tutte le possibilità e le qualità per arrivare altre 1000 volte in finale al roland garros...

Domanda fuori tema: qualcuno era con me allo stadio alla finale di Roma 2006??????
scritto il 20/02/2008 17:19:38       quotequote

nicocava



Arcisate
VA
Posts:511
Grandissimo Seppi.
Il bolzanino ha iniziato davvero bene la stagione e si spera possa diventare finalmente un giocatore da prime 20/25 posizioni mondiali.
Nel prestigioso torneo di Rotterdam ha sconfito Hewitt e Nadal.
Non c`è dubbio alcuno che l`australiano sia in caduta libera e lo spagnolo fatichi moltissimo sul veloce, ma sono due vittorie di alta caratura.
La cosa che fa più piacere è che un azzurro si cimenti discretamente bene su tutte le tipologie di superficie.
Onestamente sono un pò stufo dei soliti Volandri e Starace (anche se per Filippo ho molta stima, è giusto dirlo) che vivacchiano solo e soltanto sulla terra rossa. Gli anni passati, ad agosto, invece di andare ai master Series sul cemento americano e canadese, avevano fatto il challanger di San Marino. Dunque è abbastanza dura che di questo passo migliorino la classifica ATP.
Con Seppi invece qualche aspettativa in più è lecito averla. Non ha una forza fisica particolare, ma è solido nei colpi base, corre molto e sta migliorando a servizio.
In lui (e nelle ragazze, Knapp e Pennetta in primis, che settimana scorsa hanno espresso un eccellente gioco) riponiamo la speranza che il tennis tricolore finalmente si svegli dal torpore generale.
scritto il 21/02/2008 17:56:35       quotequote

{_jo_}



Cignano di Offlaga
BS
Posts:42
Sono d`accordo con te... Bravissimo Seppi, ma una volta di più Nadal ha dimostrato che non ha le possibilità di giocare ad alto livello su tutte le superfici se il fisico non lo regge al 100%. Fu ancora quando vinse il Roland Garros del 2005 che dissi a mio papà che non sarebbe durato a quei livelli per più di 3-4 anni, e ne sn sempre più convinto, perchè non ha le possibilità tecniche per sopperire alle mancanze del fisico.
Detto questo credo che il tennis italiano abbia bisogno di un giocatore come Seppi, che ci faccia sorridere ogni tanto anche nei mesi da ottobre a febbraio!!!
Effettivamente è inammissibile che i numeri 30/40 del mondo (Starace/Volandri) si facciano invitare ai challenger pur di non giocare sul cemento americano... pur rendendo atto a Volandri che sulla terra ci ha regalato tante emozioni credo che sia un giocatore che può dare ancora poco al tennis italiano e che invece di pensare ad Armani dovrebbe pensare ad alzarsi la palla sopra la testa quando serve la seconda...!
scritto il 22/02/2008 08:30:17       quotequote

nicocava



Arcisate
VA
Posts:511
CLAMOROSO!!! Federer esce al primo turno di un torneo atp (precisamente a Dubai, Emirati Arabi, ghiotto montepremi da 1,5 mil).
Roger ha perso incredibilmente al primo ostacolo, cosa che non avveniva dal lontano 2004. Il suo giustiziere è stato il talentoso scozzese Murray, giocatore non molto continuo ma dal potenziale di tutto rispetto.
Dati i giusti meriti al brittanico, è doveroso sottolineare la crisi dell`elvetico. Il suo 2008 e per ora disastroso. Se è flessione temporanea o la fine di un`era, lo si capirà dai prossimi tornei sul cemento americano e dai tornei sulla terra.
Il ranking numero uno è a forte rischio. Di sicuro anche nadal sta raccimolando poco e giocando male. Potrebbe saltare fuori la sorpresa. Vedremo... siamo solo ai primi di marzo, ma quest`annata 2008 sembra davvero foriera di avvenimenti fuori dal comune. Insomma, si salvi chi può.
scritto il 03/03/2008 20:19:33       quotequote
 Home Forum
 Forum altri sport
     Tennis-la caduta degli déi
 Ricerca
 Nuova risposta
Pag. 1 di 2 - 1 2  >  Ultima

©2000-2022 Fantatornei®.com - Tutti i diritti riservati
Condizioni d'uso - Contattaci - Privacy